Massaggi terapeutici e linfodrenaggio

Prenota una seduta

Richiedi informazioni

Trattamento di massoterapia

Con il termine di massoterapia si intende l'insieme delle tecniche di massaggio terapeutiche che vengono applicate sul corpo tenendo conto delle condizioni generali del paziente (sesso, età, patologia e capacità di reazione dell'organismo)con lo scopo di attenuare il dolore e la tensione dei muscoli.

Le tecniche consistono in manovre precise e sequenziali e possono avere effetti diversi a seconda delle manualità utilizzate (decontratturante, rilassante, tonificante, etc..):
Lo sfioramento, che attiva il ritorno venoso al cuore
La percussione, che induce un effetto stimolante e tonificante
L'impastamento, che produce un effetto decontratturante
La frizione, che tonifica la muscolatura La vibrazione, che produce un effetto stimolante.


Trattamento di linfodrenaggio manuale metodo Vodder

Il Linfodrenaggio Manuale Vodder si caratterizza per la specifica manualità che esplica il suo effetto sul sistema linfatico, quindi a livello dei tessuti superficiali e non sulla fascia muscolare. Le manualità utilizzate vengono eseguite in sequenze prossimo-distali in direzione delle stazioni linfonodali di competenza di un determinato territorio linfatico con una pressione leggera sul corpo che non supera 30-40 mmHg e con movimenti armonici, lenti e ritmici al fine di rispettare i parametri fisiologici del deflusso linfatico.

Il linfodrenaggio manuale favorisce lo spostamento di liquidi, di proteine e cellule immunitarie e l'eliminazione di cataboliti e scorie varie a beneficio della circolazione tissutale e ha anche un effetto antidolorifico e sul sistema immunitario con il conseguente aumento delle difese dell'organismo. Il linfodrenaggio è indicato per:
- insufficienze venose, disturbi circolatori, interventi di chirurgia vascolare (safenectomie)
- traumi articolari e muscolari, distorsioni, lesioni tendinee, legamentose, esiti di fratture, sindrome algodistrofica di Sudek
- patologie reumatologiche, poliartriti, artrite reumatoide
- infiammazioni croniche delle vie respiratorie: sinusite, raffreddore cronico, bronchite cronica e asmatica, otite e tonsilliti ricorrenti nei bambini
- patologie a carico del tessuto connettivo (sclerodermia, lupus erythematosus) e del pannicolo adiposo (lipoedemi localizzati, cellulite)
- patologie del SN centrale e periferico, emicrania e cefalea, nevralgia del trigemino, paresi facciale, sclerosi multipla
- distonie neurovegetative (Stipsi, stress, sindrome premestruale)
- in esiti cicatriziali post interventi di chirurgia plastica o estetica (liposuzione, lifting, blefaroplastica, rinoplastica, cheloidi, innesti o trapianti di cute)